giovedì 2 dicembre 2010

Un giorno di riposo alternativo



Ok. Preso atto che il mio nuovo nemico, il famoso e osannato decoder, si è installato in casa e non prova un minimo di vergogna a comandare, ora sono alle prese con il mio secondo peggior nemico: la muffa!
Possibile che non mi sia mai accorta di questa piccola e infingarda molestatrice di interni? Per quanto spalanchi finestre balconi e porte per far circolare l’aria tutti i giorni cosi da evitare spiacevoli incontri con il proliferare di questi maledetti funghi, eccoli li! Che mi prendono per il culo non appena gli volto le spalle! (oddio, sto diventando anche paranoica)
Oggi è la mia giornata di RIPOSO, risposo significa calma e tranquillità, serenità e spaparanza mento sul divano con la mia bella cioccolata calda, il peloso a dormire accanto a me (non il mio prode compagno, sto parlando del mio compagno quadrupede) e un buon libro per compagnia. Non significa mica che devo spostare mobili, grattare pareti, pulire e lavare soprammobili a causa dello sfregamento delle pareti, rimettere a posto i soprammobili e mobili che ho dovuto lavare e spostare a causa dello sfregamento delle pareti che ho dovuto grattare per colpa di questa stronza di muffa!
Son le due del pomeriggio e sono ancora in alto mare: ho praticamente spogliato la camera di tutti i mobili, che adesso se ne stanno beati a bloccare il passaggio in corridoio, i quadri e le foto sono sopra i mobili, con aggiunta di angeli (perché faccio pure la collezione di angioletti) e niente niente se passa il quadrupede con una sventagliata di coda mi butta tutto per aria, angeli e compagnia bella. La battuta di mia mamma al vedere il primo angelo traballante è stata: Monica, si sa che gli angeli volano. Ah. Ah. Ah.
Insomma ho ancora tutto qui impiantato, e devo ancora finire di fare il solletico alla muffa maledetta con la “carta grattina”.
Bella giornata di riposo. Il mio prossimo nemico quale sarà?

PS: Ricordarsi di chiedere a Cenerentola dove ha trovato i topini spazzini. E poi si lamentava pure.

4 commenti:

mark ha detto...

Si propaga e si insinua in ogni anfratto emana la sua presenza odorosa in ogni dove, si fa beffe dei prodotti e delle pratiche per allontanarla...con il tempo e l'umidità alleate e difficile da sconfiggere....in bocca al lupo...:-)

Folletto del Vento ha detto...

Proponi alla muffa di porogrammare i decoder ... scontro tra tintani.
Almeno uno dei due nemici verà neutralizzato dall'altro!

monica ha detto...

Folletto, è più problabile che si coalizzino contro di me.

mark sono tenace, vincerò io. Si.

Alessandro-radix ha detto...

Io odio la muffa.mi son fatto di quegli aereosol di candeggina per eliminarla..