mercoledì 1 giugno 2011

Non sai mai cos' hai finché non lo perdi. Come la serenità.

Quante cose possono cambiare in una vita a causa di un’altra vita,
quante a causa di una malattia
di un impedimento
di una persona che ami?
È vero quando dicono che la vita ti porta sempre avanti
Ma dove? E a che condizioni?
Cerchi di sopravvivere come puoi,
cerchi di far sopravvivere chi ti sta vicino
cerchi una spiegazione che non c’è, e lo sai.
Ma vuoi comunque che ti sia svelato un perché,
per avere una ragione per non odiare colui che chiamano
dio.
Il dio misericordioso,
il dio che perdona
quello che non ti da mai più di quanto tu non possa sopportare.
Colui che guarda dall’alto, mentre noi ci distruggiamo.
Io continuo a chiedermi perché ci rimettano sempre le persone che
Non se lo meritano.

3 commenti:

Aliza ha detto...

capisco dal tuo post che stai soffrendo molto...ti abbraccio e saluto

Eva Q ha detto...

Negli ultimi giorni ho fatto spesso questo tipo di riflessioni ,ma non ho ancora trovato una risposta.
Ti abbraccio tanto

Vittoria A. ha detto...

ti abbraccio anche io. spesso mi pongo le stesse domande e trovo bellissimo e molto molto intenso il modo in cui le hai poste tu. E' sempre il famozo 'perche'?' che e' sempre il grade mistero.